Gli inquilini, nel 2018, hanno pagato in media il 38% del loro reddito netto per un affitto ma a differenza di questi, ai proprietari, il mutuo, è costato solo il 29%. A sostenerlo è l’ufficio di statistica CBS.

La percentuale di reddito che gli inquilini spendono per gli alloggi è aumentata di due punti percentuali dal 2012, ma i proprietari di case se la passano meglio a causa dei bassi tassi di interesse, ha detto la CBS.

Gli affitti sono aumentati di circa il 14% dal 2012, ha detto la CBS. L’affitto medio, più gas ed elettricità e meno il sussidio, per chi può percepirlo, è stato di 675e l’anno scorso.

I proprietari di casa hanno speso, in media, poco meno di € 1.000 al mese per vivere nelle loro case, compresi gli sgravi fiscali sui mutui che ammontano, sempre in media, a 175e.