Il Capodanno si avvicina e la guerra contro i fuochi di artificio è ripresa. Quattordici comuni nei Paesi Bassi hanno emesso un divieto assoluto di fuochi di artificio. In 12 di questi comuni, il divieto è permanente, il che significa che si estende per agli anni a venire, riporta NOS.

Durante il culmine della pandemia, i fuochi d’artificio sono stati vietati in tutto il paese per evitare di sovraccaricare ulteriormente gli ospedali, ma nel 2022 i divieti sono stati invece confinati solamente ad alcuni comuni.

Amsterdam, Rotterdam, Schiedam, Haarlem, Bloemendaal, Heemstede, Apeldoorn, Nijmegen, Heumen, Mook en Middelaar, Soest e Utrechtse Heuvelrug sono tra i comuni che hanno introdotto un divieto permanente.

Inoltre, circa 70 amministrazioni hanno emesso questo divieto solo ad alcune zone, spesso aree intorno a luoghi come scuole, case di cura o chiese.

L’anno prossimo, pare che questo divieto sarà esteso a un numero maggiore di comuni. Un sondaggio di marzo mostra che il 65%dei sindaci è favorevole, mostrando una tendenza in crescita.

Diversi partiti stanno anche lavorando per istituire un divieto a livello nazionale. Tuttavia, occorrono risorse significative per far rispettare il divieto di fuochi d’artificio, risorse che molti comuni affermano di non avere.

Molti dei comuni che hanno vietato i fuochi d’artificio offriranno invece spettacoli ufficiali di luci e fuochi d’artificio. Inoltre, in alcuni comuni sono ancora consentiti alcuni fuochi d’artificio di categoria F1.