Un laboratorio ad Abu Dhabi affianchrà presto quelli olandesi nel test di tamponi Covi. Saltro nei Paesi Bassi, ricorrerà al suo laboratorio gemello nella capitale degli Emirati Arabi Uniti per far fronte all’incremento nella richiesta di test, scrive NOS.

Il ministro della sanità Hugo de Jonge, spiega NOS, ha dichiarato martedì al parlamento che firmerà questo contratto a causa della carenza di capacitàt nei Paesi Bassi. “In una situazione normale non avrei firmato quel contratto. Ma in questa situazione dico di sì, lo faremo”, ha detto.

Secondo l’emittente, è già stato allestito uno speciale ponte aereo per prelevare tamponi di cotone con materiale genetico olandese da inviare ad Abu Dhabi, per un viaggio che richiede ore. Il primo lotto dovrebbe partire oggi.

Le soluzioni di fortuna, come questa, servono per incrementare la capacità di test proprio ora che il Paese è entrano nella seconda ondata. Altri accordi per test all’estero, sono stati stipulati in Belgio e Germania.

Martedì, il direttore del GGD Sjaak de Gouw ha rivelato al Parlamento che il numero di test massimo che le strutture possono attualmente effettuare è di gran lunga inferiore al numero di richieste.