All’inizio del primo fine settimana di luglio, Schiphol è già nel caos: le file di vacanzieri e altri viaggiatori erano già fuori dalle sale partenze sabato mattina presto. Uno sguardo ai tabelloni delle partenze mostra varie cancellazioni e ritardi, dice NOS.

Secondo un giornalista di ANP sul posto, la situazione è abbastanza tranquilla ma in molti sono preoccupati del rischio di perdere il loro volo. Questa volta, sembra che l’aeroporto, non si sia fatto trovare impreparato.

A causa della carenza di personale presso gli addetti ai bagagli e la sicurezza, Schiphol aveva previsto in precedenza le enormi difficoltà di far fronte alla grande folla estiva.

Lunedì sorgerà un altro problema: le proteste degli agricoltori, potrebbero infatti subire un’escalation e le organizzazioni dei boren già minacciano di bloccare le autostrade. L’aeroporto di Schiphol invita i passeggeri a considerare alternative all’automobile per raggiungere lo scalo. Per raggiungere lo scalo.

Il mondo dei viaggi non deve affrontare solo problemi nei Paesi Bassi. Questo fine settimana, ad esempio, c’è uno sciopero all’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle: si parla della cancellazione di un volo su cinque.