L’alzata di spalle di Jesse Klaver, il leader della sinistra rossoverde, dopo la pesante sconfitta che ha dimezzato i seggi del partito non è piaciuta a Dwars, la giovanile, che in un comunicato stampa pubblicato sul suo sito ha criticato duramente il segretario Klaver e la gestione della campagna elettorale.

“Negli ultimi mesi abbiamo visto il partito scivolare sempre di più”, scrive sul sito il presidente Scharwachter.

Secondo Dwars, la campagna mancava di contenuti per la “volontà troppo forte di governare”. Secondo i giovani, GroenLinks ha iniziato a ballare sempre più al ritmo dei partiti più grandi, dice NOS. In tal modo, gli ideali sono caduti in secondo piano e Klaver si è allontanato sempre più dal DNA idealista e attivista del partito.

Secondo i giovani rosso-verdi, si è creato un “comitato d’elite” che ha tagliato fuori ogni spinta ad “idee innovative o voci critiche”.

I giovani vogliono più democrazia e una diversa ripartizione del potere all’interno.