Parte l’esperimento di coltivazione legale della cannabis. Nonostante le polemiche sulle difficoltà e la scarsa partecipazione delle municipalità, dal I luglio i coltivatori che avessero i requisiti previsti dalla norma, potranno fare domanda per essere inclusi nella lista.  La preparazione per la sperimentazione dovrebbe durare sei mesi e in questo periodo, verranno selezionati i growers adatti.

I coltivatori che desiderano registrarsi possono visualizzare i termini e le condizioni sul sito del governo, scrive NOS.  Tra le altre cose, gli aspiranti coltivatori legali devono presentare un piano aziendale e un certificato di buona condotta (VOG). Stando al portale, verranno selezionate 10 persone.

I partiti della coalizione di governo, VVD, CDA, D66 e ChristenUnie avevano inserito nel programma di governo, su insistenza del D66, una proposta di esperimento con la cannabis regolamentata. Dopo un lungo dibattito, e il no delle grandi città, 10 comuni hanno dato il via libera: Arnhem, Almere, Breda, Groningen, Heerlen, Hellevoetsluis, Maastricht, Nijmegen, Tilburg e Zaanstad.

La ricerca indipendente vuole mostrare gli effetti di un sistema di rifornimento legalizzato dei coffeeshop per cercare di chiudere il cosidetto “backdoor”.