I comuni di Utrecht, Rotterdam, Nijmegen, Eindhoven, Heerlen e Tilburg stanno studiando un’eventuale depenalizzazione della coltivazione di marijuana. Lo ha fatto sapere il comune di Utrecht in settimana con una nota ufficiale.

Le città studieranno come permettere la coltivazione, a fronte delle necessità dei titolari di coffeshops e nonostante la Tweede Kamer non approvi: la depenalizzazione, dicono infatti dall’Aja, sarebbe in controtendenza rispetto alle norme del diritto internazionale ed inutile nella lotta al crimine organizzato.

Intervistata da NU, la consigliera comunale Anne-Marijke Podt ha però illustrato i limiti del proibizionismo: gli incidenti legati alle coltivazioni illecite e i sequestri di piantagioni illegali non sono diminuiti negli ultimi anni, secondo la consigliera in quota D66; e “il governo dovrebbe guardare in faccia la realtà e riconoscere che non c’è consenso attorno alle attuali politiche governative. È venuto il momento di trattare i proprietari di coffeshops come imprenditori, piuttosto che come criminali”.