Source pic: Wikimedia

Un’indagine approfondita sulle deportazioni di ebrei durante l’occupazione nazista ha portato alla scoperta di una nuova copia di filmati di Camp Westerbork, un centro di transito da cui oltre 101 mila persone furono portate verso i campi di concentramento. Il filmato è un video raro che mostra i campi nazisti durante la seconda guerra mondiale, secondo quanto annunciato dall’Istituto olandese per gli studi di guerra, olocausto e genocidio (NIOD).

I filmati in alta qualità,  girati il 19 maggio 1944, mostrano un breve frammento del campo, soprannominato Foyer of Hell. “Rispetto alle immagini conosciute, il materiale appena trovato è molto più dettagliato e quindi più penetrante”, ha detto NIOD.

La pellicola è stata girata nel 1944 da Rudolf Breslauer, a cui è stato ordinato di girare filmati da Albert Konrad Gemmeker, comandante del campo, dice NIOD. Il filmato fu sequestrato dopo la Liberazione e per anni è rimasto nell’archivio di NIOD. 

Quasi tutti i deportati dai Paesi Bassi erano ebrei, e la popolazione temporanea del campo includeva anche romani, sinti e combattenti della Resistenza. I deportati furono inviati principalmente nei campi di concentramento o di sterminio di Auschwitz e Sobibor.