NL

NL

Campanelli d’allarme: I festival di Amsterdam rischiano di essere cancellati

L’aumento dell’IVA, fino al 21% anche per concerti e festival, annunciato dal governo, rischia di colpire con durezza il settore: critiche e appelli sono stati inviati all’assessore culturale di Amsterdam, Meliani, e alla sindaca, Halsema, riguardo al calendario di eventi e festival per il 2025, dice AT5.

Gli organizzatori di famosi festival come Amsterdam Open Air, Loveland, Pleinvrees, DGTL, e altri, hanno scritto lettere e comunicazioni a cui sembra che ancora non sia stato risposto. Questa insicurezza proviene dal fatto di non avere la garanzia di un posto all’interno della programmazioni di eventi, dato che, nel 2025, i posti saranno ancora meno del solito per via dell’anniversario dei 750 anni di Amsterdam e per la presenza della 10ima edizione dell’evento Sail.

La notizia di chi otterrà i posti rimanenti verrà comunicata solamente a fine anno, dando troppo poco tempo agli organizzatori per la disposizione degli eventi. A livello economico, sarà un grande azzardo:  dalla politica comunale sull’organizzazione degli eventi introdotta da Meliani, si intuisce che gli organizzatori dei festival non riceveranno i permessi richiesti e il rischio concreto è effettivamente che si arrivi alla bancarotta.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli