Author pic: New York National Guard Source: Flickr License: CC 2.0

La campagna di vaccinazione ora sta davvero iniziando a prendere slancio, dice NOS. Nell’ultima settimana sono state effettuate in media più di 100.000 iniezioni ogni giorno. Ma se tale ritmo può essere mantenuto dipende in parte dalla possibilità di utilizzare il vaccino Janssen.

L’Agenzia Europea dei Medicinali EMA emetterà oggi un parere sul vaccino di Johnson & Johnson che al momento, per precauzione, non è utilizzato nei Paesi Bassi, a causa di una serie di casi di trombosi negli Stati Uniti. Anche le consegne del vaccino all’Unione Europea si sono arrestate. Ad oggi, quasi 80.000 dosi sono già state consegnate ai Paesi Bassi.

Se questo vaccino non fosse, per ora, utilizzabile potrebbe ritardare la campagna in NL di alcune settimane. Fino a luglio, i Paesi Bassi se ne aspettano 3 milioni di dosi. Il prodotto di J&J necessità di una sola dose.

Per ora, in Olanda, sono state effettuate 4,5 milioni di iniezioni e secondo il governo, entro maggio tutti gli over 60 saranno immuni.

Tutti gli over 40 devono aver fatto la prima iniezione nella seconda metà di giugno e l’obiettivo è ancora che entro l’inizio di luglio tutti gli adulti che lo desiderano avranno ricevuto almeno una dose. 

Il programma di vaccinazione dipende principalmente dalle consegne settimanali: Pfizer-BioNTech aumenterà il numero di dosi consegnate ma l’uso di 3 milioni di vaccini Janssen è ancora incerto.

Problemi anche sul fronte di AstraZeneca.