Quasi 60.000 ettari di campagna e terreni agricoli olandesi sono stati convertiti in abitazioni, aree industriali e strade negli ultimi 20 anni, secondo quanto riferito dall’ufficio nazionale di statistica CBS.

L’aumento significa che circa il 15% dei Paesi Bassi è ora edificato afferma CBS. Il calcolo è stato effettuato confrontando le mappe satellitari di ora e allora.

Circa il 75% dei terreni di recente costruzione erano in precedenza zone agricole e la proprietà residenziale rappresentava poco meno della metà prima dello sviluppo.

Gli edifici sono oltre la metà dello spazio in 34 aree dei Paesi Bassi, guidati da Westland (76%), dove domina la cultura della serra. A Rotterdam, il 65% del terreno è stato edificato, ad Amsterdam il 57%.