Gunnar Asplund, gasplund@elways.se, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Su iniziativa dei Paesi Bassi, al vertice sul clima di Glasgow undici paesi hanno concordato che dal 2040 tutti i nuovi camion e autobus dovranno essere ad emissioni zero. Oltre ai Paesi Bassi, partecipano Turchia, Uruguay, Austria, Canada, Cile, Danimarca, Finlandia, Nuova Zelanda, Norvegia e Regno Unito.

Parte del piano prevede che entro il 2030 il 30% di tutti i mezzi pesanti venduti di recente non emetteranno CO2 e che entro il 2050 tutti i camion e gli autobus che emettono CO2 scompaiano dalla strada. I paesi stanno ora per elaborare politiche per raggiungere gli obiettivi concordati. L’idea è che lavorino insieme, scambino conoscenze e riferiscano annualmente sui progressi.

“Questo accordo è un buon inizio”, afferma il Sottosegretario competente Van Weyenberg: “Abbiamo già concordato nell’accordo sul clima che vogliamo tutto il traffico stradale ad emissioni 0 entro il 2050. È importante farlo insieme ad altri paesi, in modo che il mercato si sviluppi più velocemente”.

Secondo il Ministero delle Infrastrutture, i camion elettrici sono ancora costosi e molte compagnie di trasporto esitano: motivo per il quale è necessario un contributo pubblico.