The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Camilla, 32 anni, donna fai da te. Lombardia – Amsterdam

Arrivare in questa città di mare, crescere per poi salpare di nuovo: la storia di Camilla

di Marco Alf

“Vengo da Como, o meglio… Da Cantù, solo che se dico Cantù non la conosce nessuno… È la città del mobile… È vero!”

“Sarebbe l’IKEA dell’ Italia?”

“Sì, però per i mobili di lusso! Sono ad Amsterdam in vacanza, a trovare i miei amici. Ho vissuto qui per quasi tre anni, ora vivo a Dubai… È un bel cambiamento… Sono venuta a prendere il raffreddore ad Amsterdam e adesso me ne torno da dove sono venuta! Lì ci sono circa 35-40 gradi ora…”

“Come hai vissuto questo cambio dal Nord dell’ Europa agli Emirati Arabi?”

“È stato assurdo, è tutto completamente diverso: parti da una città conosciuta nel Mondo per essere libertina e a Dubai diciamo che… È un po’ diverso. Inoltre lì fino a 20 anni fa circa non c’era nulla… Una bella differenza rispetto al Vecchio Continente.”

“Cosa ti aveva spinto a trasferirti ad Amsterdam?”

“Ero in cerca della mia indipendenza… E l’ho trovata. Sono riuscita a crearmi una vita da zero, tutto da sola… Ho trovato un lavoro della Madonna, come traider di materie prime biologiche, partendo dal nulla… Ho iniziato come barista, la peggior barista di Amsterdam… Ed ho trovato casa sui canali, con vista campanile di Westerkerk… Tieni conto che sono arrivata veramente con la valigia di cartone: avevo pochissimi soldi con me, per un mese ho fatto couch surfing, non potevo pagarmi neanche un ostello… Alla fine me ne sono andata lasciandomi alle spalle una situazione opposta a quella di partenza.”

“Perchè proprio Amsterdam per ricominciare?”

“Una persona che mi conosce molto bene mi disse di non venire qui in vacanza, perchè non me ne sarei più andata… Questo mi ha incuriosito ed effettivamente non sono più andata via.”

” Dopo tre anni però te ne sei andata…”

“Sì perchè dopo aver costruito la mia indipendenza ho trovato una persona che mi ha fatto capire che è bello essere indipendenti ma egoisti è un’altra cosa… E che magari a volte essere in due è meglio. Lui ha trovato lavoro ad Abu Dabi e quindi l’ho seguito nell’emirato vicino, alle mie condizioni: vengo ma con il mio lavoro, la mia casa ed i miei spazi. Non viviamo assieme ma sono con lui e sono felice della mia scelta. Tieni conto che prima di venire ad Amsterdam ero un po’ una banderuola: appena incontravo qualcuno di carismatico mi appassionavo a quello che faceva e mi ci mettevo anche io… Ad Amsterdam ho scoperto che la persona fica da seguire sono io!”

“Ora quindi quali sono le tue passioni?”

Il cibo lo è da sempre: in Italia con la mia famiglia abbiamo avuto un ristorante, sono sempre stata attenta alla nutrizione seguendo il concetto che siamo ciò che mangiamo e che se assumi un nutrimento corretto il corpo risponde in modo positivo… Per me sano non vuol dire con restrizioni, piuttosto essere coscienti di ciò che si mangia. Da poco ho deciso di uscire allo scoperto con questa passione anche sul web.”

“Ti faccio una domanda molto olandese: dove sarà Camilla tra 10 anni?”

“Sarò nella natura… Sicuramente non a Dubai… Ma neanche fra due anni! Magari avrò avviato un mio progetto seguendo il concetto di auto sussistenza e produzione propria di materie prime biologiche… Di sicuro sarò felice.

LEGGI ANCHE: Ilaria, 33 anni, artista tra due e più mondi. Trentino – Amsterdam

Per iscriverti alla fanpage su Facebook di Genti d’Olanda clicca QUI!