Due calciatori Olandesi professionisti porteranno avanti una protesta contro il razzismo questo weekend. Questo in risposta al coro razzista cantato dai sostenitori del Den Bosch lo scorso weekend.

Tutto l’Eredivise e i giocatori della prima divisione resteranno immobili per il primo minuto di ogni partita come protesta contro gli abusi verso i giocatori di minoranze etniche. La protesta è stata organizzata dalle leghe, piuttosto che dall’Associazione di Calcio Olandese.

I tabelloni con i punti e gli video schermi mostreranno dei messaggi anti-razzisti durante tutte le partite. Le leghe hanno chiesto al KNVB di aggiungere il minuto mancante ad un tempo extra per compensare il gioco perso.

Questo Martedì, la nazionale Olandese di calcio ha rilasciato un forte dichiarazione anti-razzista sui social media, prima delle qualificazioni Europee contro l’Estonia.

L’Associazione di Calcio e la procura stanno indagando l’incidente che ha portato alla sospensione della partita tra il FC Den Bosch e l’Excelsior. Durante questo episodio, l’attaccante dell’Excelsior Ahmad Mendes Moreira si è lamentato di essere stato preso di mira dalla sezione dei tifosi in casa.

È la prima volta che un match professionale in Olanda è stato fermato per via del razzismo.