L’anno scorso, 121 persone sono morte nei Paesi Bassi come vittime di omicidio o omicidio colposo. Sono quattro in meno rispetto al 2019. Solo la fascia di età fino a 20 anni ha visto un aumento, da dieci a diciotto, dice CBS.

Per le vittime di età inferiore ai 10 anni, gli autori sono quasi sempre i genitori, secondo i dati degli ultimi cinque anni.

Il numero delle vittime di omicidio o omicidio colposo nei Paesi Bassi è in calo dall’inizio di questo secolo. Nel periodo 2000-2004 si sono registrate una media di 236 vittime all’anno. Un quarto degli omicidi nel 2020 è stato commesso nelle tre città più grandi: Amsterdam (12), Rotterdam (10) e L’Aia (7).

Delle 121 vittime nel 2020, 77 erano uomini e 44 donne. Nella maggior parte dei casi, l’autore è il partner o l’ex partner. Spesso venivano uccisi nella loro casa con un’arma da taglio, per aggressione o strangolamento.

Nel periodo 2016-2020, in tre casi su dieci delle vittime di sesso maschile, l’autore è stato un conoscente o un amico della vittima.  L’Olanda ha un tasso di omicidi pro capite relativamente basso.