NL

NL

Caccia olandesi uccisero 70 civili in Iraq nel 2015, la ministra della difesa si salva da una mozione di sfiducia

La ministra della Difesa Ank Bijleveld è sopravvissuta politicamente a una mozione di sfiducia in parlamento martedì dopo aver ammesso con i parlamentari di aver tenuto nascosta la responsabilità olandese per un missile che aveva provocato 70 morti civili in Iraq nel 2015.

Il predecessore di Bijleveld, Jeanine Hennis, aveva detto ai parlamentari che i jet olandesi non sono erano coinvolti nell’attacco a una fabbrica di bombe che ha portato alla morte di tutti quei civili. La ministra si è scusata ma la mozione di sfiducia sostenuta da quasi tutta l’opposizione, a parte il partito cristiano fondamentalista SGP, non ha raggiunto la maggioranza.

Gli F16 olandesi sono stati utilizzati in Iraq e in Siria tra il 2014 e il 2016 e nel 2018 come parte della coalizione internazionale contro l’IS. In Olanda, la ferita di Srebrenica è ancora aperta e la questione di vittime civili nei conflitti rimane sentita.

SHARE

Altri articoli