The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Bruxelles, situazione covid fuori controllo, troppi casi e pochi tamponi

Photo credit: Sara Ariu

La situazione coronavirus è fuori controllo, questo il verdetto dei medici di famiglia di Bruxelles. L’aumento dei pazienti che hanno bisogno di un tampone è talmente elevato che il “contact tracing” non è più un’opzione, riporta VRT.

Elisabeth Wallays, dell’associazione dei GP di Bruxelles, ha detto “Non si può fronteggiare il virus in questo modo”

La dottoressa Wallays lavora in un centro di Molenbeek dove i dottori fanno a turni per condurre tamponi in un gazebo esterno. Negli ultimi giorni, la capacità del centro non riesce a soddisfare tutte le richieste di tamponi.

Molenbeek è un’area densamente popolate, e dal momento in cui un individuo risulta positivo, bisogna testare “un numero osceno” di persone con cui ha avuto contatto, ha detto Dr. Wallays.

I dottori passano ore cercando di rassicurare persone al telefono, la paura del virus è tanta, soprattutto quando un conoscente risulta positivo. Per avere un tampone e il “consiglio” di quarantena fiduciaria, c’è bisogno di una richiesta del medico.

“Dobbiamo cambiare strategia” dice Dr. Wallays “testate pazienti con sintomi deboli non ha molto senso perché in ogni caso devono isolarsi.”

I dottori credono che la chiave per risolvere il problema sia dare più informazioni alle persone. I casi seri o i pazienti con sintomi persistenti devono essere seguiti con attenzione, per evitare che queste persone si trovino in pericolo.

La dottoressa dice che si è persa una grande opportunità di affrontare la pandemia in modo migliore. In estate, solo il 7% dei tamponi era positivo, era in quei momenti che bisognava impegnarsi maggiormente. Si sarebbero potuti identificare e tracciare i focolai e introdurre lockdown locali. Al momento un’opzione del genere non si potrebbe nemmeno discutere, la situazione è fuori controllo e bisogna prendere misure drastiche.

Un aiuto potrebbe essere dare informazioni localmente. É impossibile informare tutti tramite comunicati e campagne federali, le persone vengono da background culturali diversi, non sono tutti così ricettivi, ha concluso la dottoressa.

Le ultime misure prese dal governo Belga includono la chiusura di bar e ristoranti per 4 settimane, e un ampliamento della capacità ospedaliera.