Secondo un rapporto pubblicato sabato, gli autisti del trasporto pubblico (STIB) hanno ricevuto 899 multe per violazione del codice stradale lo scorso anno, rispetto ai 591 del 2018. 

L’aumento può essere spiegato dal cambiamento di velocità in alcune zone. Il numero di zone a 30km/h continua a crescere infatti, come anche i reati legati alla guida nelle zone pedonali della Chaussée d’Ixelles.

Secondo le statistiche diffuse dalla ministra della mobilità, Elke Van den Brandt, negli ultimi tre anni c’è stata una tendenza generale all’aumento delle multe distribuite. Il rapporto pubblicato afferma invece che l’aumento è dovuto a violazioni di velocità, legate alle zone da 30km/h e degli autovelox a Bruxelles. Ma anche delle sanzioni amministrative per i veicoli della compagnia Stib nella zona pedonale di Ixelles.

L’importo totale delle multe ammonta a circa 42.000 euro, a carico dei responsabili dei reati. La società del trasporto pubblico ha indicato di aver adottato delle misure per formare ed istruire il proprio personale di guida di fronte a questo aumento delle infrazioni.