The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

VLUCHTELINGEN

Bruxelles, “la solidarietà non è reato”: attivisti prosciolti dall’accusa di traffico di esseri umani

Un'ottima notizia per gli attivisti della Plateforme Citoyenne de soutien Aux Réfugiés Bruxelles



I volontari che prestano assistenza ai richiedenti asilo presso Maximiliaan park, a Bruxelles Noord non sono trafficanti di esseri umani. A stabilirlo è il tribunale della capitale belga che ha archiviato il procedimento contro quattro attivisti, accusati di traffico di persone, per aver dato rifugio ad alcuni migranti che volevano raggiungere l’Inghilterra.

Il “processo alla solidarietà”, insomma, si conclude con un prosciglimento sferrando un duro colpo alla procura di Dendermonde” che chiedeva la condanna degli attivisti.  I sospettati erano sotto processo per traffico di esseri umani e associazione a delinquere per aver aiutato i migranti a raggiungere l’Inghilterra.

Tra gli imputati c’erano quattro volontari che avevano fornito alloggio ai richiedenti asilo, scrive il portale fiammingo Het Laaste Nieuws: un assistente sociale di Bruxelles, un uomo che aveva dato rifugio a un migrante senza fissa dimora; Anouk van Gestel, giornalista della rivista femminile francese Marie-Claire e la giornalista Myriam Berghe della rivista Femmes d’Aujourd’hui.

Van Gestel ha reagito con soddisfazione: “L’assoluzione è stata molto importante per noi, in particolare per i volontari della piattaforma che dà sostegno ai migranti. E il messaggio è chiaro: la solidarietà non si criminalizza”.

La corte, scrive il giornale, sottolinea che con questo giudizio la solidarietà e la protezione delle persone non sono reati”.

 






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!