BE

BE

Bruxelles è diventata un “supermercato” per il mercato clandestino di armi da guerra?

A Bruxelles, la presenza diffusa di armi da fuoco illegali sta suscitando preoccupazioni, specialmente in seguito a eventi recenti, scrive Bruzz in un long read pubblicato nei giorni passati.

La crescita del numero di reati con armi da fuoco sta allertando la polizia: le zone di Bruxelles, in particolare Bruxelles Hoofdstad Elsene e Zuid, sono leader nazionali per quanto riguarda le rapine con armi da fuoco. Nel 2022, ci sono state 57 rapine nella zona di Bruxelles Hoofdstad Elsene e 51 nella zona Zuid.

Secondo Nils Duquet, direttore del Vlaams Vredesinstituut e esperto di violenza a mano armata, le forze dell’ordine riferiscono che le armi da fuoco stanno diventando sempre più accessibili, anche per criminali meno esperti. Mentre in passato solo grandi criminali con buone connessioni avevano accesso alle armi, ora anche criminali più giovani e meno esperti possono procurarsi armi da fuoco.

In diversi episodi di violenza armata a Bruxelles, sono stati impiegati sia pistole che armi da guerra come il kalashnikov e l’AR-15. Questo trend è particolarmente preoccupante, considerando che l’AR-15 è un’arma da guerra di fabbricazione americana di rado individuata prima sul mercato illegale in Europa.

La situazione belga viene paragonata a quella svedese, dove bande rivali si sono impegnate in conflitti sempre più violenti, spesso utilizzando armi da guerra e esplosivi. Nel 2022, la Svezia ha registrato ben novanta attacchi con esplosivi, un numero che è aumentato ulteriormente nel 2023, con più di cento attacchi.

Non solo: si teme che una grande quantità di armi pesanti possa arrivare in Europa dall’Ucraina quando il conflitto in quel paese sarà terminato, aumentando ulteriormente il problema.

Gli esperti sottolineano che la lotta al mercato clandestino delle armi richiede un maggiore impegno politico e risorse. È fondamentale tracciare l’origine delle armi illegali per identificare le reti coinvolte e ridurre la violenza armata.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/sottoscrivi/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli