The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Bruxelles, abusi degli agenti durante la quarantena: la polizia annuncia indagine interna

La polizia di Bruxellex-Ixelles ha aperto un indagine sul caso di un giovane trattenuto con la forza per aver violato le misure di distaziamento sociale. L’incidente è avvenuto lo scorso weekend nel distretto di Marolles, e non si tratta di un unico caso negli ultimi giorni.

Il ragazzo si trovava fuori dalla porta di casa a fumare una sigaretta. Inizialmente da solo, ha poi iniziato a conversare con altre due persone. La polizia si è accorta della presenza del gruppo ed ha deciso di intervenire. Secondo i testimoni, l’atteggiamento dei poliziotti è stato da subito ostile ed aggressivo: chiamando rinforzi e costringendo il ragazzo a terra con la forza. Sono arrivati in tutto 29 agenti, così tanti che i loro mezzi hanno finito per bloccare la strada.

In un video postato su Instagram dalla sorella del giovane, si vede chiaramente come il ragazzo venga trattenuto a terra da tre agenti, mentre gli altri tengono lontani i passanti. Una di loro, ad un certo punto, si allontana per cercare un uomo che ha scattato delle foto con il suo smartphone. 

La sorella del giovane racconta a Buzz che il fratello ha spiegato subito agli agenti di non avere con sé i documenti, dato che era uscito solo per una sigaretta. Per tutta risposta, i poliziotti hanno gettato a terra tutte le sue cose e l’hanno preso per i capelli. La polizia ha giustificato l’accaduto dichiarando che il ragazzo stava opponendo resistenza: “il rifiuto di cooperare giustifica una tale violenza? Per quanto tempo ancora dovremo tollerare?”, si sfoga la sorella.

Dopo che il giovane è stato caricato sul mezzo della polizia, è stato contattato dal procuratore. Da qui è emerso che si trovava agli arresti domiciliari ed è stato quindi trasportato alla prigione di Saint-Gilles, per violazione delle condizioni di detenzione.

Il portavoce del distretto polizia si è rifiutato di commentare la vicenda, se non per affermare che i rinforzi sono stati allertati quando la situazione rischiava di finire fuori controllo. Un caso simile, si è verificato nell’area di Anneessens, nel centro di Bruxelles. Un giovane immigrato sudanese è stato fermato dalla polizia per un controllo. Raggiunto mentre tentava di scappare, è stato trascinato a lato del blindato e colpito con un manganello

Tra i testimoni dell’incidente, Mehdi Kassou, portavoce di un’associazione a sostegno dei rifugiati; il quale afferma che il giovane sia stato caricato sulla camionetta. E’ stato poi ritrovato in una zona vicina, le sue condizioni indicavano l’utilizzo dello spray al peperoncino da parte delle forze dell’ordine.

Il portavoce della polizia di Bruxelles ha assicurato di aver aperto un’indagine interna per entrambi i casi e che questo genere di comportamenti non è tollerato all’interno delle forze dell’ordine.

Author pic: Kevin.B Source: Wikipedia: License: CC 4.0