BE

BE

Brux, medici e vigili del fuoco presi di mira con fuochi d’artificio. Decine di arresti

I vigili del fuoco sono fuggiti quattro volte dai fuochi d’artificio a Capodanno, vittime di un vero e proprio bersagliamento, dice Bruzz. Stavano spegnendo un fuoco o rianimando una persona, ma sono fuggiti per proteggersi e hanno dovuto interrompere la loro azione quattro volte a capodanno perché “bombardati”.  

A Sint-Gillis vengono chiamati i vigili del fuoco perché una persona è caduta da un balcone: i paramedici cercano di salvare la vita della persona, ma invano. Mentre stanno lavorando, dice il portale, degli sconosciuti sparano loro fuochi d’artificio contro.  I paramedici devono scappare e salire in macchina per proteggersi.

@introuvable1050 #etterbeek #feu #faitpercer ♬ son original – Aymentsb

“Il medico non aveva nemmeno avuto il tempo di informare la famiglia della vittima che era morto, quando abbiamo ricevuto proiettili, bottiglie di vetro e pietre nella nostra direzione”, dice il vigile del fuoco Mohamed. “Razzi sono stati esplosi accanto a noi e al corpo della vittima. Abbiamo dovuto correre per non ustionarci o ferirci. Sono disgustato e mi vergogno anche per la famiglia della vittima”.

Non è l’unico incidente durante la notte di Capodanno in cui i vigili del fuoco devono interrompere l’intervento a causa dei botti: in altri tre luoghi, i vigili del fuoco sono dovuti fuggire per smettere di essere bersaglio di criminali che li avevano presi per un diversivo.  O per sperimentare fuochi d’artificio pesanti e spesso illegali, che hanno invaso il mercato belga.

 

Gli operatori dei servizi di emergenza come i vigili del fuoco, i paramedici e gli infermieri   sono regolarmente vittime di aggressioni e violenze.

Alla vigilia di Capodanno, 160 persone sono state arrestate per disturbo all’ordine pubblico, lancio di oggetti o incendio doloso. La maggioranza riceverà una multa fino a 350 euro. 21 persone devono comparire davanti al giudice, dice Bruzz.

SHARE

Altri articoli