BE

BE

Brux, la città ha un bilancio in pareggio per il 2023: “L’istruzione resta una priorità”

Il bilancio della città di Bruxelles per il 2023 è in pareggio. Lo rende noto il consiglio comunale e nonostante le battute d’arresto finanziarie dovute alla pandemia e agli alti prezzi dell’energia, la città ha trovato le entrate extra necessarie per evitare il deficit, scrive VRT.  Il budget comprende soldi per una nuova scuola, parcheggi per sharing mobility e la ristrutturazione dell’edificio della borsa.

L’accesso all’istruzione è una priorità per la città di Bruxelles. “Quest’anno stiamo investendo di nuovo in un campus per l’insegnamento della lingua olandese”, afferma l’assessore Ans Persoons a VRT. Gli studenti della Droomboomschool avranno un nuovo edificio e amplieremo anche il numero di posti con una scuola superiore. La costruzione rispetta i canoni dell’edilizia sostenibile: una pompa di calore, pannelli solari e un parco giochi verde e permeabile.

La città sta investendo anche nella ristrutturazione dello storico edificio della Borsa, parte del quale sarà un birrificio. “Siamo orgogliosi delle nostre birre, sono una risorsa per Bruxelles e sono conosciute nel resto del mondo”, afferma il sindaco di Bruxelles Philippe Close (PS). “La ristrutturazione costa più di 60 milioni di euro. È una cifra importante, ma l’edificio della Borsa è un simbolo importante di Bruxelles e del Paese. Dobbiamo promuovere i nostri edifici storici”.

I soldi andranno anche alla realizzazione di parcheggi per la sharing mobility, per evitare che gli e-scooter occupino i marciapiede per intero. 

L’organizzazione degli imprenditori VOKA, scrive ancora VRT,  critica su Twitter l’annuncio esultante del comune: “Il bilancio di Bruxelles è in pareggio, in parte a causa di un aumento dell’imposta forfettaria per tutte le aziende con più di 100 m² di uffici. L’imposta sugli uffici aumenterà di oltre il 70% e fornirà 52 milioni di reddito per la città”, ha detto il portavoce Eric Laureys.

SHARE

Altri articoli