BE

BE

Brux, il comune riceve 20 milioni di euro per i rifugi per senzatetto: corsa contro il tempo per allestire ripari in vista del freddo

Il governo federale e Bruxelles hanno firmato venerdì un accordo “inedito” da 20 milioni di euro, scrive Le Soir e viene confermato a VRT NWS. I soldi devono compensare le tante spese legate al problema dei senzatetto, compresa l’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati, nella capitale. Nel frattempo, l’ONG Doctors of the World teme per la vita di molte persone senza fissa dimora.

“Per la prima volta, il governo federale riconosce la situazione speciale della nostra regione”, afferma il primo ministro di Bruxelles Rudi Vervoort (PS). I 20 milioni di euro non si aggiungono ai fondi pubblici per i senzatetto a Bruxelles, che ammontano a circa 80 milioni di euro ma sono soldi per attutire l’impatto.”Serve a ripagare ciò che abbiamo già fatto”, afferma Vervoort.

L’importo può essere utilizzato per finanziare 1.200 posti nei rifugi per senzatetto di Bruxelles. “In questo modo è possibile fornire un alloggio di emergenza ai richiedenti asilo registrati, in attesa che si renda disponibile un posto nella rete di accoglienza di Fedasil”, spiega la ottosegretaria di Stato per l’asilo e la migrazione Nicole de Moor (CD&V). “Si tratta di 600 posti esistenti e 600 nuovi. Sono già stati creati 300 nuovi posti, principalmente nei rifugi di Poincaré e Etterbeek”.

Nel 2022, un numero record di persone dall’Afghanistan, dalla Siria e dal Burundi,  è arrivato a Bruxelles per presentare domanda d’asilo, la cifra più alta dal 2015. Inoltre, sono circa 60.000 i rifugiati ucraini, di cui circa il 20% ha scelto Bruxelles come luogo di residenza.

Secondo Emmy Deschiete di Doctors of the World, ci sono molte più persone senzatetto oggi rispetto al 2018, quando si è tenuto l’ultimo conteggio. “Allora c’erano dai 5.500 ai 6.000 senzatetto, ma era prima del coronavirus e della crisi energetica, e la cifra è indipendente dai richiedenti asilo che vivono per strada”, sottolinea a VRT. “Il numero è decisamente aumentato”. Nuovi dati sono attesi all’inizio del 2023.

 

SHARE

Altri articoli