BE

BE

Brux e Anversa, sabato sera i tifosi marocchini hanno formato catene umane per prevenire scontri

Photo: screenshot YT

Ad Anversa e Bruxelles, sabato sera, i tifosi della nazionale marocchina sono scesi in piazza per festeggiare la vittoria sul Canada. Questa volta gli scontri con la polizia sono stati limitati grazie anche ad adulti e giovani che hanno formato catene umane, dice Joop.

Con la vittoria sul Canada, il Marocco è avanzato alla fase a gironi di una Coppa del Mondo per la prima volta dal 1986. Centinaia di giovani si sono riuniti a Bruxelles Zuid per festeggiare ma questa volta, per evitare scontri e tensioni, dice  il giornalista di VRT NWS Jens Franssen,  giovani e adulti hanno formato una catena umana per contenere i tifosi esagitati. La strategia ha funzionato: sabato tutto è filato liscio.

Lo stesso metodo è stato utilizzato anche ad Anversa. “È una festa e molte persone anziane del quartiere stanno cercando di calmare i giovani e questo sembra funzionare abbastanza bene”, ha detto sul posto il giornalista Yves Borms. La polizia ha confermato il racconto del giornalista di VRT: “Vorremmo sottolineare l’impegno degli operatori sociali giovanili e dei sindaci, che, in consultazione con le forze dell’ordine, hanno parlato il più possibile con i giovani per evitare l’escalation. Ad un certo punto, ciò ha portato a un’immagine straordinaria vicino ad Astridplein, dove una catena umana ha impedito a un gruppo di affrontare la polizia. Possiamo solo applaudirlo“.

Solo ad Anversa la situazione è comunque sfuggita di mano: la polizia ha dispiegato i cannoni ad acqua su Sint-Bernardsesteenweg, dopo che alcuni agenti in borghese erano stati attaccati. Un totale di 35 persone sono state arrestate e tre agenti sono rimasti feriti.

SHARE

Altri articoli