© Benoît Prieur / Wikimedia Commons / CC BY-SA 4.0

Secondo l’agenzia regionale Hub.brussels, dall’estate del 2020 Chaussée d’Ixelles è più trafficaata che Rue Neuve: l’agenzia regionale preposta al sostegno delle imprese, ha registrato in media 43.452 passanti giornalieri in rue Neuve tra il 2016 e il 2019 contro i 30.684 del la Chaussée d’Ixelles.

Ma questa tendenza si è invertita dall’inizio dell’estate 2020: il numero di visitatori di rue Neuve, la via dello shopping più nota della capitale, è diminuito del 60% in seguito alla crisi  Covid-19, mentre la strada d’Ixelles ha mantenuto un volume costante di traffico, dice BX1.

Hub.brussels, tuttavia, fornisce diverse spiegazioni per questa tendenza: la via per lo shopping mostra diverse attività ritenute “non essenziali” mentree Chaussée d’Ixelles, vede soprattutto la presenza di farmacie, panifici, negozi di alimentari, ecc.

Inoltre, dice ancora BX1, rue Neuve ha dovuto affrontare controlli più severi in seguito alla crisi sanitaria e a causa di uno spazio urbano più ristretto rispetto a Chaussée d’Ixelles.

La percentuale di pendolari, lavoratori e turisti è più alta in Rue Neuve, il che spiega il suo recente calo, in particolare a seguito al boom del telelavoro e alla chiusura delle frontiere.

Secondo Le Soir, rue Neuve ha riguadagnato l’80% delle sue presenze lo scorso settembre rispetto alla situazione pre- Covid.