Anche quest’anno il numero dei centri di accoglienza per senza fissa dimora è aumentato: da 2.794 passa a 2.833, dice Bruzz. Quella capacità non viene più ridotta in estate, quindi non esiste più un vero piano invernale ma la programmazione diventa ora annuale, dice il coordinatore Bruss’Help al portale fiammingo. Oltre ai 2.833 posti di accoglienza, saranno forniti altri 880 posti letto per i migranti senza fissa dimora.

Samusoc offre 919 posti, oltre alla Croce Rossa (100 posti), alla onlus Pierre d’Angle (48) e alla onlus Ariane (35). Altri 60 posti sono stati distribuiti su tre hotel.

È previsto un posto per 700 persone in una delle 9 strutture gestite dalla Regione. Inoltre, sono 880 i posti per migranti senza fissa dimora. Bxl Refugees offre 630 posti, di cui 350 a Porte D’Ulysse, che negli anni precedenti divenne noto come centro di accoglienza per i trasmigranti. Non si tratta quindi di ampliare la capacità, spiega Bruzz.

Anche i richiedenti asilo che non riescono a trovare rifugio attraverso Fedasil possono andarci ma la situazione rimane difficile: in caso di emergenza, la Regione di Brussel può fornire posti aggiuntivi attraverso una “riserva di protezione civile”, ad esempio nelle palestre.