La stazione ferroviaria di Brussels Midi è in cima alla classifica come stazione più vandalizzata del Belgio nel 2019, così scrive il ministro della mobilità Federale François Bellot, riporta il Brussels Times.

La stazione si trova nella municipalità di Saint-Gilles e ha visto un totale di 237 incidenti di vandalismo e graffiti nel 2019.

Ci sono altre tre stazioni della capitale nella top 10 della classifica: Brussels-North in quarta posizione con 105 incidenti, Schaerbeek al settimo posto con 91 atti di vandalismo, e Brussels central al decimo posto con 71 incidenti.

Dimitri Temmerman, portavoce di SNCB ha detto a Brussels Times che nel 2019 sono stati rimossi 140,000 metri quadrati di graffiti da treni e stazioni intorno alla nazione, per un costo totale di 5 milioni di euro.

Non mancano lamentele e promesse di miglioramento, il presidente di Vlaams Belang Brussels, Bob de Brabandere, ha annunciato la necessità di aumentare sorveglianza e sicurezza per le strade di Bruxelles, la cui reputazione è rovinata dagli atti di vandalismo.

SNCB controlla 10,000 telecamere di sorveglianza in tutta la nazione, costantemente monitorate e a disposizione della polizia federale che viene anche aiutata dalla polizia ferroviaria per sorvegliare stazioni e treni.

Non è comunque una casualità né un’anomalia che le stazioni più trafficate siano anche quelle più vandalizzate, conferma SNCB.

Le altre stazioni in classifica sono Charleroi-Zuid (199 incidenti), Kortrijk (107), Gent-Sint-Pieters (100), Namur (94), Antwerp-Central (82) and Liege-Guillemins (79).

Il numero di incidenti legati al vandalismo è aumentato di meno del 10%, da 1,041 casi nel 2019 a 1137 nel 2019. Il primo Giugno 2020, il numero di incidenti riportati era 455.

Bellot aggiunge che non tutte le segnalazioni di vandalismo richiedono una procedura amministrativa, solamente gli incidenti più seri vengono riportati dal pubblico ministero