The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Brussels Airlines non rimborserà i voli annullati verso zone a rischio Covid

Brussels Airlines non rimborserà i biglietti aerei, se i viaggiatori decidono di annullare i propri viaggi in aree ad alto rischio invece di attendere che la compagnia prenda l’iniziativa.

Poiché un numero crescente di Paesi sta imponendo blocchi locali e inasprendo le proprie restrizioni a causa di picchi di infezioni, molte persone hanno deciso di annullare i loro spostamenti. “Se i viaggiatori scelgono di non viaggiare più, ma il volo non viene cancellato, dipende da loro“, ha detto a The Brussels Times Kim Daenen, portavoce di Brussels Airlines. L’organizzazione dei consumatori Test-Achats consiglia vivamente di non cancellare i propri voli se si desidera un rimborso. “È meglio aspettare che la compagnia aerea prenda l’iniziativa“, ha affermato l’organizzazione. “Possono cambiare i loro voli gratuitamente, ma non riceveranno un rimborso, a meno che non abbiano prenotato un biglietto speciale che consenta loro di acquistarne uno”, ha aggiunto. Brussels Airlines ha lavorato con biglietti flessibili durante la crisi e il lockdown dovuto al coronavirus, consentendo ai viaggiatori di cambiare i propri voli senza costi aggiuntivi. “Se il tuo nuovo biglietto è più costoso, tuttavia, devi comunque pagare la differenza, ma è sempre stato così”, ha detto Daenen.

Le persone che hanno un biglietto flessibile possono anche richiedere un rimborso, se ci sono alcuni problemi, come l’annullamento di un volo di ritorno. “Se il volo viene cancellato dalla compagnia aerea, allora è sempre possibile un rimborso“, ha affermato Daenen. Tuttavia, i consigli di viaggio ufficiali contro il recarsi in un determinato Paese o area (come ad esempio la Catalogna), non significano che il volo sarà annullato dal vettore, con conseguente rimborso. “Annulliamo i voli se non ci è consentito volare verso il Paese o se non vi è alcuna richiesta a causa dei consigli ufficiali di viaggio [dello stato belga] di non andarci“, ha affermato Daenen. “Vediamo che anche se ci sono consigli ufficiali contro i viaggi da qualche parte, le persone vogliono ancora viaggiare”, ha aggiunto. Non è ancora chiaro quale sarà l’impatto della decisione del Belgio di rendere obbligatoria una quarantena per le persone che rientrano da aree ad alto rischio per la compagnia aerea, secondo Daenen.