The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Brussel, una proposta per consentire agli artisti graffiti sulla statua di Leopoldo II

Alcuni artisti a Brussel vorrebbero creare un progetto anti-coloniale in forma di dichiarazione sulla statua equestre di Leopoldo II in Place du Trône. Il consigliere comunale Bruno De Lille ha detto che gli artisti progettano di farlo ogni sei mesi.

“Lasciare liberi gli artisti” sulla statua in attesa di una decisione definitiva su cosa farne; il dibattito sarà sicuramente vivo, ma “la rabbia giustificata può essere incanalata in modo costruttivo” ha detto De Lille a Bruzz.

La statua equestre, in particolare, è stata più volte deturpata. Sono molti infatti i promotori della sua rimozione. Tuttavia, finché non ci sarà chiarezza sulla questione, De Lille vuole che sia messa a disposizione degli artisti. Inoltre, il consigliere ha proposto di nominare nuove strade in memoria di persone che si sono battute contro il colonialismo.

È anche giunto il momento di ingrandire piazza Lumumba, ha detto De Lille, per far si che diventi un vero e proprio omaggio all’ex premier del Congo assassinato.

Un’altra proposta intende mantenere i monumenti ma chiede di constestualizzarli

Il partito liberale francofono non vorrebbe sbarazzarsi delle statue perchè, dice,  gli eventi importanti del nostro passato, nel bene e nel male, fanno parte della nostra identità.

Tuttavia, tali opere dovrebbero essere accompagnate da spiegazioni educative, per “riflettere sulla complessità, la dubbia grandezza e sui misfatti di tali personaggi.”

Le statue coloniali continuano a fare notizia in Belgio, perchè l’opera di danneggiamento e deturpazione prosegue senza sosta: il sotto segretario di Stato di Bruxelles Pascal ha dichiarato di voler creare un gruppo di lavoro e si è detto pronto a rimuovere la statua qualora le discussioni portassero a questa decisione.