La scorsa settimana si sono registrati 22 casi di coronavirus al College of Europe di Bruges. La scuola ha quindi invitato tutti i suoi 350 studenti a rispettare un periodo di quarantena per frenare il diffondersi del visus, riferisce il quotidiano De Standaard. Tutte le lezioni per il momento si terranno online.

Gli studenti potranno lasciare la loro stanza solo per fare la spesa, e la polizia locale di Bruges controllerà che le misure siano rispettate.

 Chi violerà la quarantena rischierà una multa fino a 250 euro. Il sindaco Dirk De Fauw avverte: “tolleranza zero nei confronti dei trasgressori”.

È la seconda volta che il college si è reso celebre durante la pandemia. Gli studenti, infatti, già a giugno sono finiti sotto i riflettori per aver violato le misure adottate conto il diffondersi del virus durante le celebrazioni di fine anno.

Il sindaco di Bruges ha sottolinea l’importanza del rispetto delle regole; “è per il benessere personale degli studenti ma anche per quello di tutti i cittadini”.