BE

BE

Bruges, paura del Covid: il sindaco vuole limitare l’arrivo di turisti cinesi

Lennardywlee, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Il sindaco di Bruges, Dirk De fauw, vuole mettere in atto restrizioni all’ingresso per i turisti cinesi, di fronte all’aumento dei casi di coronavirus in Cina, ha detto mercoledì. La Cina ha riaperto i suoi confini nonostante un alto tasso di contagi Covid nel Paese, scrive 7sur7.

Bruges riceveva un gran numero di turisti cinesi prima dell’inizio della pandemia. “Ogni anno nella nostra città vengono dai 100.000 ai 150.000 visitatori cinesi”, spiega il sindaco preoccupato per la riapertura delle frontiere da parte di Pechino. “Il tasso di infezioni è ancora molto alto”.

Il primo cittadino chiede quindi una soluzione a livello europeo. “Penso che dobbiamo lavorare o con un certificato di vaccinazione o con i test”. Secondo De Fauw, ci vorrà comunque del tempo prima che il Belgio accolga nuovamente i turisti cinesi. “Di solito si tratta di viaggi di gruppo organizzati e non riprenderanno prima di aprile o maggio. Quindi abbiamo tempo per lavorare su qualsiasi restrizione”.

SHARE

Altri articoli