The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Brexit, senza accordo conto salato per i Paesi Bassi. Più costi e contributi per l’UE

La Corte dei Conti olandese si aspetta che dal 2021 i Paesi Bassi contribuiranno con 1.25 miliardi di euro in più all’UE

Se il Regno Unito lascia l’Unione Europea senza stipulare prima un’accordo, i Paesi Bassi subiranno costi per 2.3 miliardi entro 2023, ha riferito la Corte dei Conti olandese in un report.

Questo comporta costi aggiuntivi per i dazi doganali,  per il commercio, e per l’autorità olandesi della sicurezza alimentare e del consumatore NVWA; inoltre contributi più alti da versare all’UE, riporta ANP.

Una volta che il Regno Unito lascerà l’Unione Europea, i paesi rimanenti dovranno colmare il vuoto lasciato nel budget. Se non ci sarà un accordo Brexit, i Paesi Bassi dovranno pagare 1.6 miliardi in più a Bruxelles nei prossimi due anni.

Il governo olandese dovrà inoltre sborsare 700 milioni in più per affrontare i servizi doganali e NVWA dati dalla Brexit, fino al 2023.

Nel caso di hard Brexit i britannici non saranno più coperti dalle convenzioni europee, e verranno quindi sottoposti a controlli doganali sui traghetti e negli aeroporti. Anche i prodotti importati dal Regno Unito saranno sottoposti ad ulteriori controlli.

La Corte dei Conti si aspetta che i Paesi Bassi contribuiranno con 1.25 miliardi di euro in più all’Unione Europea nel 2021. Questa cifra potrebbe essere più bassa di 500 mila euro se l’accordo viene firmato prima che i britannici lascino l’Unione Europea.

Dal 2026, i Paesi Bassi contribuiranno all’Unione Europea con una cifra che si aggira intorno ai 2.5 – 3 miliardi di euro.


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!