Secondo il quotidiano Telegraaf, il capogruppo alla Camera dei Deputati, Tweede Kamer, Halbe Ziijlstra era a Londra lo scorso Lunedi per un colloquio con il vicepresidente dei Conservatori Mark Field.

Il parlamentare olandese è stato immortalato a Downing Street, mentre lasciava la sede del governo britannico, dove è stato istituito di recente il Dipartimento per il Brexit.

Le fotografie hanno colpito i titoli dei giornali, perché uno scatto ha ripreso il dettaglio delle note dell’assistente di Field, Julia Dockerill, dove si riesce a leggere l’espressione “Have our cake and eat it” che in questo contesto sta a significare: “Il Regno Unito per il Brexit vuole tutto”. La stampa britannica ha ipotizzato che questa frase indichi l’improbabile tattica per l’uscita dall’UE: tentare di ottenere lo stop alla libera circolazione pur rimanendo nel mercato unico europeo.

Il governo britannico ha preso le distanze, sostenendo che ciò non rappresentano la politica dell’esecutivo. “Queste note non appartengono a un funzionario del governo o a un consulente [il deputato Mark Field ha un incarico nei Conservatori ma nessun ruolo istituzionale nel governo] quindi  non riflettono la posizione del governo in relazione alle trattative per la Brexit”, ha detto un portavoce del primo ministro Theresa May.

Tuttavia, la stampa solleva i dubbi che il parlamentare olandese sia andato a Londra per discutere di Brexit.

Secondo il Telegraaf, Zijlstra, noto per le sue posizioni radicali all’interno del VVD, ha confermato la sua presenza a Londra ma non è voluto entrare nei dettagli del colloquio con Field.

Furiosa l’opposizione. Secondo il quotidiano The Sun, il deputato Stephen Kinnock avrebbe affermato: “Scandaloso che ad un parlamentare olandese vengano riferite in anticipo informazioni dalle quali l’opposizione britannica è esclusa”. Sulla stessa linea anche i lib-dem.