CoverPic@Chris Yarzab | Flickr | CC 2.0

Un cane strafatto dopo una passeggiata? Non è un evento raro. Secondo le cliniche veterinarie del Brabante in estate accade ogni settimana, riporta Omroep BrabantAlcuni cani infatti ingoiano i resti di sostanze lasciate qui e là o gli escrementi di chi le ha assunte. 

Jaxx, un pastore australiano di due anni, e la sua proprietaria Joyce Lodders si sono fortunatamente ripresi dallo shock. Dopo una passeggiata nel polder tra Willemstad e Klundert, lo scorso fine settimana, Jaxx aveva le pupille dilatate e si rifiutava di mangiare. È stato sottoposto a terapia endovenosa e ha passato la notte in ospedale.

Alla clinica veterinaria Barendrecht si è scoperto che Jaxx aveva ingerito THC, uno dei principi attivi della cannabis, velenoso per i cani. Leandra van Zomeren, assistente della clinica veterinaria, dice: “I cani a volte mangiano gli escrementi. Questo può creare problemi se appartengono a qualcuno che ha assunto sostanze”.

Questi incidenti accadono ogni mese alla clinica. “In estate anche una volta alla settimana”. Secondo l’assistente, nella metà dei casi, il cane ingurgita qualcosa a casa: “ma è improbabile che la gente l’ammetta!”.

Secondo Stijn Peters, del Dierenziekenhuis Eindhoven, quando un cane ingerisce marijuana o altre sostanze, presenta sintomi simili a malattie gravi, come l’epilessia. In questo caso, gli animali devono semplicemente dormire per smaltire l’intossicazione. “Noi li aiutiamo con una terapia endovenosa, che in alcuni casi li aiuta a vomitare”.

Peters non ha una vera soluzione al problema. “Si tratta di sfortuna. Cercheremo di rintracciare il posto e di avvisare il comune”.