Brabante, ancora scontri per un centro di accoglienza profughi. Intervengono i nuclei antisommossa

Ancora cortei contro i rifugiati, ancora scontri tra polizia e manifestanti: questa volta è successo ad Heesch, nel Brabante, dove un migliaio di persone si è riunito ieri sera, 18 gennaio, davanti alla sede del consiglio comunale per protestare contro la decisione di ospitare un campo per richiedenti asilo. Mentre il gemeente discuteva delle misure che dovrebbero portare all’apertura di un centro di accoglienza per 500 profughi, la protesta sul piazzale antistante è degenerata in scontri, con lancio di petardi, uova ed altri oggetti. Quando i manifestanti hanno cercato di assaltare il consiglio comunale, i nuclei antisommossa della polizia (ME) sono intervenuti disperdendo l’assembramento e mettendo fine al corteo. Allo stesso tempo, gli agenti hanno evacuato il consiglio comunale che ha poi ripreso la seduta in alto luogo.

Come riporta il Tweet di una cronista del Brabantse Dagblad, gli organizzatori della manifestazione avevano fatto nel pomeriggio, appello alla calma. Tra i partecipanti, è stato intravisto Johnboy Willemse, esponente della formazione di estrema destra NVU.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli