La polizia, nel tardo pomeriggio di mercoledì, ha scoperto un’azienda agricola a sud dell’Olanda in cui si coltivava cannabis.

Nulla di straordinario nella provincia del Brabante, tranne per un fatto: l’azienda agricola era gestita interamente da un processore che “accudiva” ben 1.400 piante

La coltivazione della canapa è stata scoperta durante le ricerche effettuate dalla polizia e dal comune di Rucphen in seguito a numerose denuncie dei cittadini. In una stanza del capannone sono state trovate piante di cannabis pronte per essere raccolte ed un’altra stanza conteneva 580 bidoni pronti per la semina.

“La particolarità è che l’azienda è controllata da computer con l’ausilio di cinque lenti ottiche”, sostiene la polizia. “Questi assicurano che le piante possano crescere in condizioni ottimali.” Gli uomini sono necessari solo per l’irrigazione e la raccolta.

L’attività di coltivazione della cannabis è stata svolta illegalmente ma la polizia non è ancora risalita ai responsabili.