Pic Source: Public Domain

Booking.com avrebbe evaso oltre 150 milioni di Iva in Italia, a scriverlo è l’agenzia ANSA riportando le conclusioni di un’indagine della guardia di finanza del comando provinciale di Genova e di Chiavari, nell’ambito di una più ampia inchiesta su evasione della società con sede ad Amsterdam.

Booking, scrive l’agenzia, che avrebbe guadagnato dal 2013 al 2019 circa 700 milioni di euro su oltre 800 mila transazioni, è dal 2018 al centro di una serie di accertamenti fiscali scattati contro le sue strutture partner, in particolare della zona del Levante ligure.

Nucleo della possibile evasione è il meccanismo del c.d. ‘reverse charge’ che avrebbe portato a non dichiarare l’imposta tanto in Italia quanto in Olanda. Le autorità italiane hanno accertato, da ispezione sulle banche dati della società, che all’appello mancherebbero oltre 153 milioni di euro di imposte su circa 700 milioni di euro fatturati.