RIGHTS

RIGHTS

Bonus di maternità, concesso il risarcimento a tre freelance diventate madri nel 2005

L’agenzia per il lavoro UWV aveva rifiutato di pagare il benefit di maternità a tre libere professioniste, ma adesso dovrà assicurarsi che queste ricevano una compensazione adeguata: questa la decisione della Corte d’appello riguardo ad un contenzioso del 2005, quando le tre partorirono.

A quel tempo il sussidio di maternità non venne riconosciuto poiché dal 2004 al 2008 non era previsto per legge per le lavoratrici autonome. “Quando venne abolita la legge -poi ripristinata- il paese ha disatteso gli obblighi previsti dalla Convenzione della Nazioni Uniti sulle pari opportunità”, questa la secca sentenza della corte.

In precedenza le tre signore si erano rivolte alla Corte Suprema senza alcun riscontro positivo e successivamente hanno scritto alla commissione delle Nazioni Unite per la tutela dei diritti delle donne. Questa si era espressa a favore già nel 2014 , ma a quel tempo il ministero olandese non riconobbe alcun risarcimento così come l’agenzia UWV.

Questo rifiuto è stato infine giudicato contrario alla legge dalla Corte d’appello.

SHARE

Altri articoli