Jacco van Leeuwen, presidente dell’associazione dei sostenitori dell’ADO Den Haag, è stato intervistato da OmroepWest, portale del Zuid Holland, dopo il ritrovamento di una bomba a mano sulla porta dell’ADO, la sede del fan club della squadra di Den Haag, vicino allo stadio Forepark.

Sulla porta d’ingresso del club, tre croci rosse, simbolo di Amsterdam. Secondo il capo tifoso, la “pista” porterebbe all’Ajax -come possibile ritorsione dopo i fatti del mese scorso, quando alcuni hooligans dell’ADO hanno imbrattato ad Amsterdam, con scritte antisemite e croci uncinate muri e la statua del “lavoratore portuale” (De Dokwerker)

“C’è anche il fatto che l’Ajax giocherà contro la Juventus domani [oggi], un club con il quale festeggeremo 30 anni di amicizia domani.”

Van Leeuwen segue la “Fase di allarme 1” mercoledì ad Amsterdam. Anche se non si aspetta che i fan di ADO rispondano. “No, i nostri fan non possono acquistare biglietti per questa competizione. Ma i tifosi della Juventus possono essere visti come un bersaglio. Solo perché sono amici nostri

Van Leeuwen non capisce quale possa essere la ragione dell’insaprimento ne rapporti tra le due tifoserie ma negli ultimi anni, la situazione è andata peggiorando.

Holland 09.04.2019
This morning the bomber squad had to disarm the grenade, which was found outside the fan club of ADO den Haag supporters. There were XXX on the door, which may suggest that they were Ajax supporters.

Tomorrow Ajax play with Juve, friends of ADO den Haag. pic.twitter.com/roa1B3ikbE— HooligansTV (@HooligansTV1) April 9, 2019

 

“A volte si sente parlare di teppisti di Internet che lanciano una minaccia di morte sulla rete, ma è niente rispetto ad una bomba a mano”, dice ancora al portale.

Ora il timore è che i settori più hardcore della tifoseria giallo-verde possano compiere qualche gesto in risposta all’attacco.