Il gabinetto Rutte IV prende un misero 3,3 nel sondaggio annuale commissionato da EenVandaag prima della presentazione del Prinsjesdag, dice NOS.

E anche la fiducia è molto bassa: solo il 15% degli intervistati sostiene ancora questo governo. La maggioranza, due terzi, vuole le dimissioni del governo e l’indizione di nuove elezioni entro un anno.

Colpisce il fatto che non solo gli elettori che sostengono l’opposizione vogliano andare alle urne il prima possibile ma anche i sostenitori dei partiti di governo. Anche l’aspettativa che questo gabinetto completerà il suo intero mandato non è molto alta (16%).

Un quarto degli intervistati, tuttavia,non vuole nuove elezioni perché aggraverebbero la crisi, dicono.

In particolare, l’inazione nella vicenda delle indennità, la crisi dei richiedenti asilo, dell’azoto, il crollo del potere d’acquisto e l’estrazione del gas a Groningen, secondo le spiegazioni degli intervistati, sono i motivi di maggior delusione.

La fiducia sul fatto che l’attuale governo faccia effettivamente qualcosa al riguardo,  a breve termine, è considerata nulla.