WEB

WEB

Bitcoins, in bancarotta la “prima fabbrica olandese di bitcoins”. Decine le denunce per truffa

Mercoledì la società olandese Koinz Trading ha dichiarato bancarotta. Koinz Trading, che offriva macchine per bitcoin mining e investimenti in criptovaluta, si trova ora ad affrontare decine di clienti che chiedono la restituzione dei loro investimenti, scrive il Telegraaf.

I clienti non hanno mai avuto accesso agli apparati in cui hanno investito, e quindi ai Bitcoin che potevano avere, scrive il giornale. L’avvocato Marco Kalmijn ha dichiarato al Telegraaf che all’incirca 60 clienti stanno cercando di recuperare milioni da Koinz Trading.

Koinz Trading si autodefinisce la prima fabbrica bitcoin olandese. La società comprava e vendeva bitcoin e offriva apparati con i quali i privati ​​possono utilizzare la popolare criptovaluta, scrive il quotidiano. Le macchine sono state piazzate a Lelystad, dove avrebbero catturato bitcoin 24/7. Gli investitori hanno messo 3mila euro ciascuno in queste Miners S9.

Secondo l’avvocato Kalmijn, decine di clienti nei Paesi Bassi hanno presentato una denuncia per frode contro Koinz Trading. 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli