Non c’è neve da nessuna parte in Olanda -ed è la prima volta- che a Natale si passa, del tutto, senza imbiancate, dice NOS. Da quanto viene tenuta traccia anche delle nevicate, non c’è mai stato un periodo così lungo senza innevamenti a De Bilt, sito della stazione meteo, considerato come riferimento per questo tipo di indagini.

Secondo Weerplaza, il periodo senza neve è ora di 693 giorni, un giorno in più rispetto al vecchio record dei primi anni ’90 e benchè qualche fiocco sia, effettivamente, caduto nel Limburgo meridionale, è dal 2 febbraio 2019 che non si mostra un “manto nevoso continuo”, ossia uno strato superiore al centimetro registrato alle 9 del mattino. In questo caso, e solo in questo caso, la giornata è considerata “di neve”.

Durante l’osservazione quotidiana alle 9 del mattino, l’osservatore volontario del KNMI a De Bilt, il luogo che conta a livello nazionale come punto di riferimento, dal 2 febbraio 2019 non ha visto alcun manto nevoso continuo. Per inciso, nel frattempo ha nevicato leggermente, ad esempio nel Limburgo meridionale, dice Weerplaza.

Un manto nevoso continuo alle 9:00 è una condizione per essere registrato come un giorno di neve. Il manto deve inoltre avere uno spessore di almeno 1 centimetro.

Secondo Weerplaza, a metà del secolo scorso si contavano quasi sessanta giorni l’anno di neve; dal 1 ° gennaio 2020 la media è di soli 29 giorni. Il calo è in gran parte dovuto al riscaldamento globale, scrive l’agenzia meteorologica, dice NOS.

Un bianco Natale – ossia quando si misura un manto nevoso a De Bilt 25 e 26 dicembre- è quindi sempre più improbabile. È successo otto volte dall’inizio delle misurazioni meteorologiche nel 1901. L’ultima volta è stata nel 2010.