Il Comitato Consultivo del Belgio, ha deciso di riaprire i negozi che vendono beni “non essenziali”, a partire da Martedì. Nelle scorse 4 settimane, i negozi di vestiti, scarpe, giocattoli e apparecchi elettronici, erano stati costretti a chiudere per limitare la diffusione del Coronavirus.

I supermercati, che vendono un po’ di tutto, erano rimasti aperti, a patto di sigillare tutti gli scaffali con prodotti “non essenziali”.

 Questo cambierà a partire da Martedì 1 Dicembre. Un grande sollievo per chi si vuole dedicare allo shopping e alle decorazioni natalizie. Nonostante i beni non-essenziali saranno di nuovo acquistabili nei negozi, attività come barbieri, parrucchieri e centri estetici rimaranno chiusi. 

  1. Lo shopping sarà consentito solo a chi è da solo, a meno che la persona in questione non abbia bisogno di assistenza per svolgere quest’attività.
  2. Sarà consentito di stare dentro al negozio solo per un massimo di 30 minuti. Se si avesse bisogno di più tempo, si dovrà prendere un appuntamento.
  3. Solo 1 cliente ogni 10m²
  4. I negozi dovranno organizzare delle code con distanziamento, all’interno e all’esterno.
  5. Il gel disinfettante dovrà essere reperibile in ogni momento, e i clienti dovranno sempre indossare la mascherina.
  6. Le folle nelle strade dei negozi dovranno essere gestite con cura. Le autorità municipali dovranno assicurarsi che le regole siano rispettate, tramite strade a senso unico e personale specializzato.

Per quanto riguarda le vacanza natalizie, il primo ministro belga Alexander De Croo ha tenuto a sottolineare al Parlamento federale che non si dovrebbero prevedere grandi allentamenti , scrive De Standaard.