18 residenti di una casa di cura a Mol, nella provincia di Anversa, sono morti dopo aver contratto il virus da un volontario vestito da Sinterklaas che ha fatto visita ai residenti ad inizio dicembre, racconta VRT. L’uomo si è rivelato, poi, essere un “super diffusore” ossia una persona che ha contratto il Covid e ha un forte potenziale di contagio.

In tutto, 121 residenti e 36 dipendenti sono poi risultati positivi al coronavirus dopo la visita. La maggior parte del personale è stata in grado di continuare a lavorare ma la direzione teme giorni bui e ha chiesto aiuto ai medici di base locali e agli infermieri ambulatoriali.

“Ci aspettiamo giorni difficili”, ha detto il sindaco di Mol Wim Caeyers, temendo che il focolaio della casa di cura possa far schizzare alle stelle i numeri nel suo comune.

Le foto della visita mostrano alcuni residenti che non indossano mascherine e che l’allontanamento sociale non viene sempre osservato, dice VRT. Sinterklaas era accompagnato da fisioterapisti-Zwarte Pieten che sono entrati nelle stanze di alcuni residenti. La direzione ha spiegato che si trattava di terapisti, che hanno accesso alle stanze anche in altre circostanze.