Non solo l’estrema destra fiamminga, anche la sinistra radicale a nord di Brussel puo’ cantare vittoria: il PVDA fiammingo, un partito socialista -da non confondere con i laburisti olandesi che hanno lo stesso acronimo- ha ottenuto il suo primo seggio in assoluto nel parlamento fiammingo e il presidente è stato eletto nel parlamento federale.

Peter Mertens va alla Camera e il ticket Jos D’Haese-Lise Vandecasteele oltre a due seggi ad Anversa, ne otterranno uno anche a Bruxelles.

Cinque anni fa il PVDA si è avvicinato alla soglia di sbarramento per il parlamento federale ma ha mancato di mezzo punto l’obiettivo. Questa volta, le cose sono andate diversamente.

 

Il Pvda e il gemello francofono Ptb (Parti du Travail de Belgique) sono le uniche due formazioni linguistiche ad operare come un solo partito a livello nazionale. 

Insieme al Vlaams Belang Pvda/Ptb è il partito che ha ottenuto il miglior risultato dal voto nazionale in Belgio.