The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Belgio, sindaco vallone non ferma rave da 3000 partecipanti: sgomberarlo è troppo pericoloso. Festa andata avanti per quasi 24h



source pic: wikipedia

A Yvoir, nei pressi di Namur, nel Belgio vallone, nel weekend sono tornati agli anni ’90: un maxi rave-party che attirava 3000 persone provenienti, anche da Olanda e Francia, non è più oggi qualcosa di comune.

E non è stata comune neanche la reazione delle autorità quando si sono accorti di cosa stava capitando: invece di far intervenire il nucleo anti-sommossa da Bruxelles e mettere fine al party, il sindaco del piccolo centro ha preferito la “linea morbida”: la polizia ha trattato con gli organizzatori, accettando di non intervenire a patto che la festa finisse massimo alle 8 del giorno successivo. In realtà, stando alle cronache locali, nel pomeriggio di domenica c’erano un centinaio di “duri e puri della cassa” che resistevano ancora.

In un’intervista ad un media francese, il sindaco della cittadina vallona ha detto che il rischio per l’incolumità dei ravers era troppo elevato, se avesse dato ordine di spegnere tutto e allora la scelta pragmatica sarebbe sembrata quella più appropriata.“Così avranno il tempo di tornare al loro stato normale prima di mettersi in auto” ha proseguito il primo cittadino di Yvoir.

Nonostante i numerosi esposti giunti alla polizia locale, il sindaco Patrick Évrard non è sembrato particolarmente preoccupato dal rave: la zona è isolata, si sente davvero poco ed è solo la seconda volta che accade in 5 anni, ha detto.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!