A causa della pandemia di coronavirus la compagnia aerea low-cost irlandese Ryanair taglierà il doppio dei posti di lavoro di quelli che aveva precedentemente annunciato.

All’inizio di luglio, la compagnia aerea, che opera da Bruxelles e Charleroi, aveva detto che avrebbe dovuto tagliare 84 posti di lavoro dal suo personale di volo: 40 piloti e 44 dall’equipaggio di cabina. Ora, secondo i sindacati della compagnia, quel numero è stato rivisto al rialzo a 172-176 piloti e 106 dell’equipaggio di cabina.

Secondo l’azienda le perdite di posti di lavoro sono il risultato della pandemia e la perdita di più prenotazioni di quanto previsto in precedenza.

Per i sindacati, tuttavia l’annuncio della perdita extra dei posti di lavoro nel mezzo di una procedura di licenziamento in corso è “inaudito”.

“Vediamo lo stesso scenario in tutta Europa”, ha detto il rappresentante sindacale ACV Hans Elsen. “Ryanair sta minacciando licenziamenti per ridurre i salari e chiedere maggiore flessibilità”.

Secondo il sindacato, i tagli interesseranno sia Charleroi che Bruxelles.

Nel secondo trimestre, Ryanair ha visto il traffico diminuire del 99% con una perdita di 185 milioni di euro. L’azienda ha rivisto le sue previsioni di traffico per quest’anno che prevede di passare da 80 milioni di passeggeri a 60 milioni. Da luglio invece gli affari hanno recuperato, passando da quasi nulla al 40%, fino a raggiungere il 60% ad agosto.

Ma le prenotazioni sono diminuite del 20% per settembre e ottobre poiché le fluttuazioni del numero di Covid-19 in alcune destinazioni hanno aumentato l’incertezza dei passeggeri.

Tuttavia gli analisti hanno affermato che la compagnia ha sofferto meno rispetto ad altre compagnia aeree. Ryanair non è nel settore del lungo raggio e non ha clienti di classe business., che aiutano a sovvenzionare altre compagnie aeree. E la società è in grado di affrontare le difficoltà in modo relativamente più facile poiché ha un carico di debito notevolmente inferiore.

I tagli di posti di lavoro, in quella luce, sono stati “opportunistici”, ha detto Elsen. Ryanair impiega circa 500 persone in Belgio, la maggior parte all’aeroporto di Charleroi.

Proprio la scorsa settimana Ryanair ha effettuato un aumento del capitale di 400 milioni di euro, emettendo 35,2 milioni di nuove azioni a 11,35 euro, uno sconto del 2,6% sull’ultimo prezzo di chiusura.