Alberghi, ristoranti e caffetterie (horeca) in Belgio non assisteranno ad alcuna riapertura prima dell’8 giugno, ha dichiarato la ministra dell’Economia Nathalie Muylle alla commissione parlamentare.

Muylle è stata intervistata in seguito alle dichiarazioni del ministro degli interni Pieter De Crem di domenica, che hanno suscitato un certo scalpore. De Crem sembrava prendere in considerazione la possibilità di riaprire le terrazze dei locali prima dell’8 giugno, data fissata per l’inizio della fase 3 della riapertura post-lockdown.

La prima data possibile è e rimane l’8 giugno. Ad oggi non ho notizie di alcuna data precedente a quella dichiarata ufficialmente”, ha chiarito Muylle. La ministra ha affermato di essere consapevole che il settore deve conoscere le condizioni per il suo rilancio con largo anticipo. Anche se si sta procedendo per fasi, il governo vuole emanare un piano globale che offra prospettive all’intero settore.

Sono in corso consultazioni tra governo federale, il gruppo di esperti per una strategia di uscita (GEES), le regioni e le federazioni del settore. Anche il gruppo di gestione dei rischi economici (ERMG) è stato invitato a chiedere consulenza.