Apache, un portale fiammingo di giornalismo d’inchiesta ha pubblicato a marzo uno “scoop”: in una foto si vede Kris Roman, leader di Euro-Rus e figura nota del nazionalismo fiammingo, con leader governativi belgi come Theo Francken, Zuhal Demir e Johan Van Overtveldt. 

In un’altra foto, scrive ancora Apache, Roman sta testando una mitragliatrice RPK  automatica in una caserma russa. L’attivista, secondo il portale, è una vera e propria figura di contatto tra i vertici russi e il governo di Bruxelles.

L’estrema destra, negli ultimi tempi, ha visto una crescita esponenziale tanto nel consenso quanto nella tolleranza da parte della politica istituzionale nazionalista (fiamminga) con gruppuscoli identitari, spesso al limite della legge, sempre meno osteggiati.

Da personaggi ambigui eletti, soprattutto, nelle liste dei fiamminghi del Vlaams Belang all’indifferenza del centro-destra dell’N-VA del sottosegretario Theo Francken, il neofasciamo non sembra più un pericolo da combattere a tutti i costi.

E in questo clima, scrive Apache, le reti estremiste fanno ciò che tali organizzazioni hanno sempre fatto: infiltrarsi anche all’interno dell’associazione dei veterani fiamminghi (VOS).

Punto centrale nel ritorno in auge dell’estrema destra fiamminga è certamente la questione dei rifugiati: tanto il Vlaams Belang, quando parte dell’N-VA (Theo Francken e Bart De Wever) quando si tratta di immigrati e richiedenti asilo rompono gli indugi del pragmatismo e dei doppi sensi e scatenano una dura propaganda contro “il nemico”.

Il Vlaams Belang, scrive Apache,  è in grado di attirare una parte considerevole di mal contento e grazie a questo è tornato a vincere dopo anni di silenzio. Gli elettori di NV-A, nazionalisti e moderati (almeno a parole) e di Vlaams Belang, radicali e con non pochi simpatizzanti di fascismo e nazismo, si muovono con una certa facilità à tra i due partiti. Il punto centrale, scrive Tom Cochez, è che l’estrema destra è ormai “normale” nelle Fiandre.

Rifugiati, stranieri, sicurezza, identità fiamminga sarebbero i temi dove si combatte la partita tra destra ed estrema destra, in un clima di generale sdoganamento di queste idee un tempo ai margini.